17 Maggio Mag 2017 1717 17 maggio 2017

Pera

dell’Emilia Romagna dolcezza e sapore da settembre a maggio

Sfoglia la rivista on-line

Agli utenti fedeli interessati alla nostra rivista abbiamo dedicato alcune aree riservate del nostro sito.

Accedi o registrati gratuitamente per consultare i contenuti aggiuntivi del nostro sito, bastano pochi secondi!

Scarica l'Articolo

Autore

1 Pera Dell’Emilia Romagna Dolcezza E Sapore Da Settembre A Maggio Pagina 1
1 Pera Dell’Emilia Romagna Dolcezza E Sapore Da Settembre A Maggio Pagina 2
1 Pera Dell’Emilia Romagna Dolcezza E Sapore Da Settembre A Maggio Pagina 3
1 Pera Dell’Emilia Romagna Dolcezza E Sapore Da Settembre A Maggio Pagina 4
1 Pera Dell’Emilia Romagna Dolcezza E Sapore Da Settembre A Maggio Pagina 5

Attraverso reperti paleontologici si è potuto stabilire che, in Italia, il pero era conosciuto fin dai tempi più antichi. Probabilmente già 4.000 anni fa, infatti, l’uomo si cibava dei suoi frutti. A oltre 350 anni prima di Cristo risalgono, invece, le notizie sulla sua coltivazione nella Magna Grecia.
Dall’epoca romana in poi la coltura del pero si espanse con uno sviluppo ragguardevole in tutta Europa, in particolare in Belgio e Francia, mentre nell’Italia del nord la coltivazione degli alberi da frutto non era ancora molto praticata. Solamente più tardi, infatti, gli agronomi cominciarono a dedicare seria attenzione a questo settore produttivo, fino a giungere al primo ventennio del ‘900, quando la produzione delle pere si affermò in tutta l’alta Italia, soprattutto in Emilia-Romagna, oggi culla europea della produzione di pere.
Coltivate all’interno dell’area che comprende le provincie di Ferrara, Modena, Bologna e Ravenna, le pere dell’Emilia-Romagna hanno ottenuto dall’Unione Europea il marchio IGP nel 1998, riconoscimento volto a tutelare l’unicità di questi frutti insieme a caratteristiche come dolcezza, succosità e freschezza.

PERA: Coltivazione in Europa e TOP 5 Paesi (Ha) - Fonte: EUROSTAT
2012 2013 2014
Italia 34.200 31.500 30.100
Spagna 25.500 24.200 23.600
Portogallo 11.200 12.000 12.000
Polonia 10.900 9.500 9.200
Belgio 8.600 8.900 9.100
Totale UE28 123.300 120.500 117.700

Per la pera dell’Emilia-Romagna, l’IGP è garanzia di:

☛ Provenienza e tipicità
☛ Metodi di coltivazione rispettosi dell’ambiente e della salute
☛ Selezione e controlli effettuati in ogni fase di produzione da un organismo accreditato, secondo uno specifico disciplinare

Le varietà riconosciute con IGP dell’Emilia-Romagna:

1 Abate Fetel: la più pregiata, fine e consistente, succosa e zuccherina
2 Conference: soda e allo stesso tempo succosa, dolce e delicata
3 Decana del Comizio: compatta, dolce-aromatica ma nel contempo acidula
4 William: succosa, fondente e zuccherina
5 Max Red Barlett: succosa, dolce e rinfrescante
6 Kaiser: fine, dolce-acidula e granulosa al palato

Allegati