17 Maggio Mag 2017 1726 17 maggio 2017

Pesca e nettarina di Romagna

il sapore dell’estate

Sfoglia la rivista on-line

Agli utenti fedeli interessati alla nostra rivista abbiamo dedicato alcune aree riservate del nostro sito.

Accedi o registrati gratuitamente per consultare i contenuti aggiuntivi del nostro sito, bastano pochi secondi!

Scarica l'Articolo

Autore

3 Pesca E Nettarina Di Romagna Il Sapore Dell’Estate Pagina 1
3 Pesca E Nettarina Di Romagna Il Sapore Dell’Estate Pagina 2
3 Pesca E Nettarina Di Romagna Il Sapore Dell’Estate Pagina 3
3 Pesca E Nettarina Di Romagna Il Sapore Dell’Estate Pagina 4
3 Pesca E Nettarina Di Romagna Il Sapore Dell’Estate Pagina 5
3 Pesca E Nettarina Di Romagna Il Sapore Dell’Estate Pagina 6
3 Pesca E Nettarina Di Romagna Il Sapore Dell’Estate Pagina 7
3 Pesca E Nettarina Di Romagna Il Sapore Dell’Estate Pagina 8

La pesca nella storia

L’introduzione del pesco in Europa viene attribuita ad Alessandro Magno a seguito delle sue spedizioni contro i Persiani, secondo alcuni lo avrebbero introdotto i Greci dall’Egitto, mentre secondo altri la diffusione in occidente sarebbe merito della Cina.
In Italia, tra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900, l’Emilia-Romagna diventa il punto di riferimento per la frutticoltura italiana, in particolare per il pesco: il primo impianto viene realizzato a Massa Lombarda nel 1898.
A partire da questo momento, l’Emilia-Romagna ha sempre giocato un ruolo dominante per questa coltura rispetto alle altre regioni italiane, fino al raggiungimento, nel dicembre 1997, dell’Indicazione Geografica Protetta da parte dell’Unione Europea per la pesca e la nettarina di Romagna.
Prodotte secondo uno specifico disciplinare al fine di esaltarne i requisiti di sicurezza, qualità e gusto, le pesche e le nettarine di Romagna IGP maturano da giugno a settembre, possono essere a polpa bianca o gialla e presentano ineguagliabili caratteristiche come dolcezza, freschezza, succosità e profumo intenso.

PER LA PESCA E LA NETTARINA DI ROMAGNA, L’IGP E’ GARANZIA DI:
• Raccolta al giusto grado di maturazione
• Sicurezza di una coltivazione con sistema di produzione integrata
• Controlli accurati in tutte le fasi di produzione

UN RICONOSCIMENTO UNICO
Mentre per le pesche il riconoscimento europeo è stato assegnato anche a produzioni di altri paesi come la Pesca DOP Rodakina Naussas greca o la IGP Pêssego da Cova da Beira riconosciuta al Portogallo, le nettarine di Romagna sono invece le uniche in Europa che possono fregiarsi del marchio IGP.
GUSTO E SALUTE

Le pesche e le nettarine, così dolci e succose, offrono numerosi benefici per la salute in quanto ricche di vitamina C, beta-carotene e potassio, che potenziano le difese immunitarie e svolgono un’importante azione antiossidante contro i radicali liberi.
Basti pensare che una pesca di medie dimensioni fornisce all’organismo il 10% di vitamina C del fabbisogno quotidiano.

CONSIGLI PRATICI

☛ ACQUISTO:
la pesca è matura quando presenta il colore di fondo giallo e ad una lieve pressione del palmo della mano risulta morbida. Il profumo è intenso e caratteristico.
La nettarina viene consumata anche in una fase meno avanzata di maturazione quando la consistenza è ancora compatta e risulta croccante al morso, il profumo intenso è molto importante.

☛ CONSERVAZIONE:
è consigliabile chiudere i frutti in un sacchetto di carta a temperatura ambiente per 2 o 3 giorni. Tale sacchetto non deve essere riposto in frigorifero in quanto il processo di maturazione verrebbe bloccato. Solamente quando i frutti sono pronti al consumo possono essere lasciati in frigorifero per qualche giorno ancora.

☛ STAGIONE:
le pesche e le nettarine IGP sono disponibili sul mercato dal 15 giugno al 30 settembre, ma la maggiore offerta si concentra da fine luglio per tutto il mese di agosto.

PERCHE' SCEGLIERE LA PESCA E LA NETTARINA DI ROMAGNA IGP

Mangiare frutta succosa, dolce e saporita è senz’altro uno dei piaceri da regalarsi nelle calde giornate estive oltre che essere un vero e proprio toccasana contro l’invecchiamento della pelle e la caduta di tono ed energia. Dalla Romagna, terra che per tradizione e vocazione culturale produce frutta di gran qualità, arrivano le pesche e le nettarine (pesche noci) a Indicazione Geografica Protetta, riconoscimento europeo che ne garantisce l’unicità e sottolinea lo stretto legame con il territorio d’origine che per le sue particolari caratteristiche ambientali e per la tradizione storica dei produttori, consente di ottenere livelli qualitativi d’eccellenza.
Le pesche e le nettarine di Romagna IGP sono prodotte unicamente nell’area tipica che copre le province di Forlì-Cesena, Ravenna, Ferrara e Bologna e si riconoscono dal bollino che ne certifica l’origine e l’iter produttivo: i produttori sono infatti iscritti ad uno specifico albo.
Vengono coltivate con metodi di produzione integrata, a basso impatto ambientale e con tecniche di coltivazione che ne esaltino i requisiti organolettici e gustativi. La commercializzazione è possibile solamente dopo un attento controllo di filiera certificato da un Organismo accreditato dal Mipaaf.

Allegati